SLIDE CERTIFICAZIONE

• News – Safety & Quality – 06 Novembre 2018 •

COSE DA SAPERE PER SCEGLIERE DI CERTIFICARE LA PROPRIA AZIENDA?

La procedura di certificazione ISO non stravolgerà le attività della Vostra Azienda.

Il fatto che Vi certifichiate NON significa che dovrete cambiare il Vostro modo di lavorare o modificare le abitudini aziendali e personali, la certificazione serve per dimostrare e garantire che quello che abitualmente fate è stato controllato e soddisfa i criteri di qualità del Vostro manuale, realizzato appositamente sulla Vostra azienda.

La visita dell’Ente di Certificazione non sarà un controllo fiscale, ma servirà soltanto a verificare che quello che è stato scritto sul Vostro manuale della qualità corrisponde al vero.

Vi potremo consigliare dei correttivi e delle procedure da adottare, ma questo al solo scopo di aumentare la qualità di quello che state facendo; sarete Voi i primi a trarne beneficio. Le indicazioni che diamo sono testate e verificate da anni di applicazione in attività aziendali allo scopo di migliorare la qualità, e di conseguenza anche la redditività della Vostra azienda.

Il fatto di essere certificati porta un indubbio vantaggio sulla concorrenza, la certificazione è sinonimo di qualità; è un grande valore che viene sempre preso in considerazione, sia dai Vostri Clienti che dai fornitori in fase di scelta. Ecco elencate alcune cose importanti:

I PRINCIPALI BENEFICI ORGANIZZATIVI E PRODUTTIVI

  1. prestare sempre la massima attenzione al cliente, attraverso indagini periodiche di Customer Satisfaction per la verifica della qualità percepita;

  2. progettare, organizzare e realizzare i servizi in maniera da soddisfare in termini di qualità le esigenze e le aspettative dalla clientela;

  3. ottemperare alle indicazioni espresse dalle normative di legge in termini di salute, sicurezza, igiene, ambiente, anticipando, ove possibile, le leggi attuali;

  4. diffondere all’interno ed all’esterno dell’Azienda una filosofia di qualità, rispetto dell’ambiente, salvaguardia della sicurezza e della salute sul luogo di lavoro;

  5. operare secondo i principi di miglioramento continuo dei sistemi di gestione aziendale, promuovendo la partecipazione e la consultazione delle parti interessate;

  6. garantire la tutela della salute e la sicurezza dei lavoratori, impegnandosi a:

– assicurare condizioni di lavoro che non possano in alcun modo nuocere alla salute e sicurezza dei lavoratori;

– contrastare ogni forma di discriminazione;

– condannare tutte le condotte illegali, suscettibili di entrare in contrasto con la dignità o l’integrità fisica e/o morale;

– applicare in modo completo ed imparziale il contratto collettivo nazionale di lavoro a tutti i dipendenti, corrispondendo

puntualmente la retribuzione stabilita e versando tutti i relativi contributi previdenziali, assistenziali ed assicurativi;

  1. orientare i processi aziendali verso soluzioni di maggior rispetto per l’ambiente, riducendo i consumi di energia e di risorse naturali e limitando le emissioni inquinanti e la produzione di rifiuti;

  2. promuovere la crescita aziendale, non perdendo di vista la salvaguardia dell’ambiente e l’utilizzo consapevole delle risorse naturali;

  3. scegliere ed utilizzare in maniera razionale le attrezzature, le risorse e le materie prime, tenendo in considerazione il loro impatto sull’ambiente ed il loro potenziale rischio per la salute e la sicurezza;

  4. sviluppare ed aggiornare criteri di valutazione dei rischi per la salute e la sicurezza sul lavoro e per l’ambiente, e procedure di gestione delle situazioni di emergenza, che possono provocare pericolo per l’uomo e/o impatti ambientali negativi;

  5. sviluppare ed estendere i processi di informazione, comunicazione, formazione ed addestramento e promuovere il dialogo con le parti interessate, per assicurare un’efficiente ed efficace applicazione del sistema integrato aziendale;

  6. selezionare fornitori e appaltatori, sulla base della loro capacità a fornire beni e servizi conformi ai requisiti del sistema integrato;

  7. sviluppare appropriati sistemi di controlli per monitorare il livello qualitativo dei servizi svolti, i rischi per la salute e la sicurezza, gli impatti negativi sull’ambiente dell’azienda.

Certificarsi permette di essere scelti come fornitori da un numero sempre maggiore di aziende private, sia a livello nazionale che internazionale. Sempre più spesso, infatti, grandi aziende, richiedono la certificazione come requisito obbligatorio o preferenziale.

TORNA ALLE NEWS

• News – Safety & Quality – 06 Novembre 2018 •

COSE DA SAPERE PER SCEGLIERE DI CERTIFICARE LA PROPRIA AZIENDA?

La procedura di certificazione ISO non stravolgerà le attività della Vostra Azienda.

Il fatto che Vi certifichiate NON significa che dovrete cambiare il Vostro modo di lavorare o modificare le abitudini aziendali e personali, la certificazione serve per dimostrare e garantire che quello che abitualmente fate è stato controllato e soddisfa i criteri di qualità del Vostro manuale, realizzato appositamente sulla Vostra azienda.

La visita dell’Ente di Certificazione non sarà un controllo fiscale, ma servirà soltanto a verificare che quello che è stato scritto sul Vostro manuale della qualità corrisponde al vero.

Vi potremo consigliare dei correttivi e delle procedure da adottare, ma questo al solo scopo di aumentare la qualità di quello che state facendo; sarete Voi i primi a trarne beneficio. Le indicazioni che diamo sono testate e verificate da anni di applicazione in attività aziendali allo scopo di migliorare la qualità, e di conseguenza anche la redditività della Vostra azienda.

Il fatto di essere certificati porta un indubbio vantaggio sulla concorrenza, la certificazione è sinonimo di qualità; è un grande valore che viene sempre preso in considerazione, sia dai Vostri Clienti che dai fornitori in fase di scelta. Ecco elencate alcune cose importanti:

I PRINCIPALI BENEFICI ORGANIZZATIVI E PRODUTTIVI

  1. prestare sempre la massima attenzione al cliente, attraverso indagini periodiche di Customer Satisfaction per la verifica della qualità percepita;

  2. progettare, organizzare e realizzare i servizi in maniera da soddisfare in termini di qualità le esigenze e le aspettative dalla clientela;

  3. ottemperare alle indicazioni espresse dalle normative di legge in termini di salute, sicurezza, igiene, ambiente, anticipando, ove possibile, le leggi attuali;

  4. diffondere all’interno ed all’esterno dell’Azienda una filosofia di qualità, rispetto dell’ambiente, salvaguardia della sicurezza e della salute sul luogo di lavoro;

  5. operare secondo i principi di miglioramento continuo dei sistemi di gestione aziendale, promuovendo la partecipazione e la consultazione delle parti interessate;

  6. garantire la tutela della salute e la sicurezza dei lavoratori, impegnandosi a:

– assicurare condizioni di lavoro che non possano in alcun modo nuocere alla salute e sicurezza dei lavoratori;

– contrastare ogni forma di discriminazione;

– condannare tutte le condotte illegali, suscettibili di entrare in contrasto con la dignità o l’integrità fisica e/o morale;

– applicare in modo completo ed imparziale il contratto collettivo nazionale di lavoro a tutti i dipendenti, corrispondendo

puntualmente la retribuzione stabilita e versando tutti i relativi contributi previdenziali, assistenziali ed assicurativi;

  1. orientare i processi aziendali verso soluzioni di maggior rispetto per l’ambiente, riducendo i consumi di energia e di risorse naturali e limitando le emissioni inquinanti e la produzione di rifiuti;

  2. promuovere la crescita aziendale, non perdendo di vista la salvaguardia dell’ambiente e l’utilizzo consapevole delle risorse naturali;

  3. scegliere ed utilizzare in maniera razionale le attrezzature, le risorse e le materie prime, tenendo in considerazione il loro impatto sull’ambiente ed il loro potenziale rischio per la salute e la sicurezza;

  4. sviluppare ed aggiornare criteri di valutazione dei rischi per la salute e la sicurezza sul lavoro e per l’ambiente, e procedure di gestione delle situazioni di emergenza, che possono provocare pericolo per l’uomo e/o impatti ambientali negativi;

  5. sviluppare ed estendere i processi di informazione, comunicazione, formazione ed addestramento e promuovere il dialogo con le parti interessate, per assicurare un’efficiente ed efficace applicazione del sistema integrato aziendale;

  6. selezionare fornitori e appaltatori, sulla base della loro capacità a fornire beni e servizi conformi ai requisiti del sistema integrato;

  7. sviluppare appropriati sistemi di controlli per monitorare il livello qualitativo dei servizi svolti, i rischi per la salute e la sicurezza, gli impatti negativi sull’ambiente dell’azienda.

Certificarsi permette di essere scelti come fornitori da un numero sempre maggiore di aziende private, sia a livello nazionale che internazionale. Sempre più spesso, infatti, grandi aziende, richiedono la certificazione come requisito obbligatorio o preferenziale.

TORNA ALLE NEWS